Il lato oscuro di Klopp che ha innervosito Lampard: “Non essere così arrogante”

Klopp y Lampard, el miércoles, en la área técnica de Anfield.

Bill Shankly e Bob Paisley, le due grandi leggende della panchina del Liverpool, furono immortalate in bronzo appena fuori Anfield. Kenny Dalglish, la terza in lizza, ha una posizione in suo nome allo stadio. Tuttavia, Jürgen Klopp non vuole conoscere nessuna statua al momento. Non ha senso insistere su Steve Gerrard, uno dei suoi migliori sostenitori nella città di River Mersey. L’unico sforzo del tedesco è focalizzato sulla difesa del titolo Premier contro i rivali che considera sempre più capaci e che non perdono l’occasione di mostrare la zanna.

Il manager del Chelsea, Frank Lampard, è stato l’ultimo ad affrontare Klopp. Tutto per quanto riguarda il rifirrafe di mercoledì nella zona tecnica di Anfield, quando un fallo di Mateo Kovacic su Sadio Mané è finito portando al 2-0 da Trento Alexander-Arnold. «Per me non è stata una colpa. Non ho alcun problema con Klopp, che ha guidato la sua squadra in modo fantastico. C’è una linea sottile che separa la vittoria dal fallimento. Oggi hanno vinto. Ben giocato, ma non essere così arrogante, “scattò l’allenatore blues.

La forte tirata di Lampard dopo la sconfitta (5-3) ha coinciso con il momento in cui il Liverpool ha finalmente sollevato il trofeo Premier. Il significato del momento, dopo 30 anni di attesa, ha frustrato qualsiasi controrisposta di Klopp. Tuttavia, le immagini di SkySports hanno acceso nuovamente le fiamme ieri. In essi è stato apprezzato in dettaglio il rifirrafe nella band, a cui ha partecipato anche Pep Lijnders, uno degli assistenti del tedesco.

Esta entrada fue publicada en 未分类. Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *